Acido Ialuronico, scopriamo i benefici e le controindicazioni

Acido Ialuronico, scopriamo i benefici e le controindicazioni

L’acido Ialuronico, proprietà ed effetti per la nostra pelle

L’acido ialuronico è uno dei componenti principali dei tessuti connettivi del corpo umano. Esso conferisce alla pelle turgidità e il mantenimento della forma; è per questo motivo che, con la vecchiaia e quindi con la minor produzione di questa sostanza, che la pelle conosce i segni del tempo che passa come le rughe e la perdita di tono. Acdo Ialuronico
Infatti, è proprio questo particolare tipo di acido se le pelle si presenta così elastica e resistente, senza contare che questo la idrata la pelle a fondo, grazie al suo essere altamente solubile in acqua, e la protegge dalle tensioni che è costretta a subire ogni giorno.

Dove si concentra nel corpo l’acido Ialuronico?

L’acido Ialuronico non è presente solo nel derma del viso, come si è soliti pensare, ma in molte altre parti del corpo che, con la pelle, apparentemente, non c’entrano nulla.
Infatti lo troviamo nelle seguenti regioni del nostro corpo:

  • Umor vitreo degli occhi
  • Cartilagine
  • Pareti della aorta
  • Tendini
  • Cordone ombelicale
  • Liquido sinoviale

Insomma l’acido ialuronico è presente in tutte quelle parti del fisico che richiedono elasticità, idratazione, turgore, ma esso funziona anche come cementante e anche come molecola anti-urto e, perché no, come ottimo lubrificante, proteggendo le zone interessate da stress fisici e le cellule dai danneggiamenti del tessuto.

Le funzioni dell’acido Ialuronico

Le caratteristiche proprie dell’Acido Ialuronico, lo rendono per gli utilizzi più diversi, dal campo medico a quello estetico; in entrambi i casi, il risultato sarà ottimo, sempre se ci si affida a mani esperte e sapienti di dottori e specialisti.
Analizzando più a fondo, questa sostanza è molto impiegata nel mondo della medicina nei seguenti casi:

  • Chirurgia otologica: viene utilizzato come rigenerante della membrata del timpano, in caso di perforazione.
  • Chirurgia oftalmica: l’Acido Ialuronico viene utilizzato per la creazione di lacrime artificiali e interventi sul corpo vitreo dell’occhio.
  • Artrologia: come lubrificante per preservare il liquido sinoviale delle articolazioni.

Inoltre, ricerche non ancora confermate, sostengono che l’Acido Ialuronico sia in grado di unirsi ai ricettori CD44, sia cioè in grado di rigenerare capelli e peli.
Se acquistato in forma di gel o spray, l’Acido Ialuronico è inoltre impiegato per alleviare il dolore e guarire lesioni ulcerose, specialmente in quei casi in cui questi fastidi siano causati da terapie come la chemioterapia o la radioterapia.
Il campo, però, in cui l’Acido Ialuronico è più impiegato, o comunque per il quale si conosce di più, è quello delle cosmesi e delle creme di bellezza: molte sono infatti le creme che oggi sono arricchite da questa sostanza che già è presente nel corpo umano, per combattere rughe e donare nuova elasticità alla pelle della zona interessata, nonché una profonda idratazione.

Filler; l’acido Ialuronico nella medicina estetica

Rientrano sempre in questa categoria i filler all’Acido Ialuronico, cioè delle piccole quantità di questa sostanza iniettata direttamente sotto pelle.
Sicuramente l’intervento di chirurgia estetica più richiesto, il filler serve per ridefinire e dare volume a piccole zone, soprattutto del viso, come le labbra e gli zigomi, o per far scomparire diversi tipi di rughe e quelle che vengono chiamate “zampe di gallina”. Non richiedono ricoveri né tanto meno anestesie, anche se può essere applicata una pomata anestetizzante quando il filler viene fatto in zone più sensibili come ad esempio le labbra.

Le contro indicazioni

Come per ogni altra molecola sintetizzata dal corpo umano, l’acido ialuronico non presenta effetti collaterali di se, ma dal metodo con cui questo viene somministrato.
Il filler è sicuramente uno dei processi sottoposto a più rischi: infatti, subito dopo l’iniezione, la parte trattata risulterà gonfia e rossa, con tracce di ecchimosi, ematomi ed edemi, oltre ad un senso d’intorpidimento.
Nei casi più complessi, le iniezioni di filler potrebbero causare pruriti insistenti, noduli, edema intermittente ed anche ascessi; è per questo motivo che le iniezioni di acido ialuronico sono controindicate nei pazienti che soffrono di grave ipersensibilità a più sostanze (allergie multiple severe).
Per quanto riguarda gli altri impieghi non si registrano effetti collaterali a questa sostanza, anche se è del tutto sconsigliato assumere Acido Ialuronico in gravidanza, in quanto i ricercatori non dispongono di abbastanza quantità di dati per capire se questo può nuocere o no al feto.

Please follow and like us: