Come proteggere la pelle dall’esposizione solare

Come proteggere la pelle dall’esposizione solare

Con l’arrivo della bella stagione è importante sapere come preparare la pelle all’esposizione solare. Così sarà facile arrivare all’estate con una pelle protetta e pronta per la tintarella!

Innanzitutto, è fondamentale conoscere il proprio fenotipo, perché in base a quello si deve scegliere il fattore di protezione, chiamato anche SPF. Va da sé che chi ha la pelle chiara deve usare una crema o lozione solare con protezione da media ad alta, mentre chi è già abbronzato può preferire un SPF più basso.
Un altro accorgimento può essere quello di proteggersi anche con l’uso di indumenti (meglio se di colore chiaro), cappelli per proteggere la cute e occhiali da sole.

Prima ancora di iniziare l’esposizione si possono consumare alimenti che favoriscono l’abbronzatura naturale della pelle, come carote, pomodori, fragole e pesche: non solo sono deliziosi, ma sono anche ricchi di betacarotene, che facilita un’abbronzatura dorata.

schemda pelle in caso di utilizzo di protezione solare

Una buona protezione solare (che sia liquida o spray) può proteggere la pelle dagli effetti dannosi dei raggi UVA e UVB, che possono essere nocivi per l’epidermide. Infatti, una esposizione scorretta al sole aumenta il rischio di melanomi e di invecchiamento cutaneo precoce.
È anche vero che una sana tintarella ha ottimi effetti sul corpo: fa sviluppare la quantità di vitamina D, molto importante per muscoli, ossa, sistema immunitario e fa anche bene all’umore. Inoltre, una pelle baciata dal sole rende l’aspetto più sano e radioso.

Non bisogna però rischiare la propria salute quando ci si espone al sole: è buona prassi fare una pausa e riposarsi all’ombra spesso, tra una tintarella e l’altra. Inoltre, è consigliabile non esporsi mai durante le ore più calde della giornata, di solito tra le 12 e le 15 del pomeriggio.

Un altro aspetto che viene di solito tralasciato è l’abbronzatura durante il bagno in acqua: molti non sanno che l’acqua riflette e amplifica l’azione del sole, e che dunque è importante mettersi sempre abbondante crema solare prima e dopo il bagno.

abbronzarsi al mare

La tecnica perfetta per abbronzarsi sta nell’esposizione lenta e graduale ai raggi del sole, con un uso costante della crema. Deve essere applicata almeno 15 minutiprima di arrivare in spiaggia e poi ogni due ore. Durante i primi giorni, è meglio usare una protezione alta, per poi applicarne una con protezione più bassa dopo almeno 4 o 5 giorni di esposizione costante.

Come scegliere la giusta protezione solare

Attualmente in commercio esistono moltissimi tipi di protezione solare. I più popolari sono le creme, gli oli e gli spray solari, che vengono venduti in formati con aggiunta di sostanze funzionali. Oltre alla protezione, infatti, molte creme contengono estratti idratanti, nutrienti e lenitivi.
Di seguito puoi trovare la lista dei tipi più comuni di protezione solare:

  • Protezione solare 10 (bassa)
    La protezione più bassa è la protezione 10. Essa contiene un livello minimo di filtri solari, ed è adatta a chi ha già avuto una lunga esposizione al sole ed ha già una buona abbronzatura. È altamente sconsigliata a chi ha appena iniziato ad esporsi al sole, alle pelli più chiare e delicate e ai bambini.
    Spesso viene proposta come olio abbronzante, per via del suo livello di protezione molto basso.
  • Protezione solare 30 (media)
    La protezione media 30 è un buon compromesso tra chi ha già iniziato a ottenere un po’ di tintarella e chi ha la pelle arrossabile. Questa protezione è perfetta anche per chi vuole fare il bagno, essendo molto resistente all’acqua.
  • Protezione solare 50 (alta)
    Questa protezione è la più alta disponibile, ed è molto efficace nel proteggere la pelle. È la protezione ideale per chi soffre di scottature o ha la pelle molto chiara, e per i bambini. L’applicazione di una lozione 50, se fatta in modo costante, assicura una difesa totale dai raggi dannosi del sole.

La protezione solare SPF30 di MyAnisha con Olio di Monoi di Tahiti

MyAnisha, dopo una lunga ricerca sul principio attivo ideale sul quale creare la propria linea solare, sceglie insieme al suo team di esperti l’Olio di Monoi di Tahiti per la propria linea dedicata chi si vuole esporre al sole proteggendo la propria pelle. Il latte protezione solare MyAnisha™ Sun contiene una protezione media SPF30 ed  è l’ideale per chi sceglie di proteggere la propria pelle con sicurezza e qualità. Il latte solare MyAnisha™ 30 è la protezione giusta per chi ama esporsi al sole avendo cura di non danneggiare la pelle, evitando spiacevoli arrossamenti e eritemi solari o creazione di inestetismi come macchie o spellature.

Protezione solare SPF 30 MyAnisha Olio di Monoi
Latte di protezione solare spray da 100 Ml di MyAnisha Sun all’Olio di Monoi de Tahiti

Il prodotto è contenuto in un comodo flacone spray da 100 ml , una soluzione igienica e funzionale nell’utilizzo in quanto evita inutili sprechi del prodotto. La protezione solare come il resto della linea SunNon contiene parabeni, petrolati e PEG.

Perché idratare la pelle quando esposta al sole.
Mantenere un buon livello di idratazione mentre si prende il sole è importantissimo.

Senza una buona idratazione, infatti, è più facile incorrere negli effetti negativi dell’esposizione solare, e si rischia molto più facilmente di prendersi insolazioni.

Non dimenticare mai di portare con te una bottiglia d’acqua: l’ideale sarebbe bere almeno due litri di acqua al giorno, soprattutto se hai intenzione di abbronzarti. Infatti, il calore del sole fa sudare molto di più e di conseguenza fa perdere acqua al nostro corpo.
Puoi anche prediligere bevande non alcoliche come tè freddo e succhi di frutta: l’importante è che non siano ghiacciati.
Un’altra ottima fonte di idratazione è la frutta fresca: meloni, angurie, pesche e albicocche sono tutti frutti di stagione gustosi e ricchi di acqua.

Se è possibile, porta in spiaggia con te una piccola borsa termica per proteggere le tue bottiglie dal calore estivo, così da avere sempre acqua fresca e dissetante.

Come rimediare alle scottature solari.

A volte può capitare che, nonostante tutte le precauzioni, ci possa scottare la pelle: compaiono rossori, la pelle brucia ed è perfinopossibile la comparsa di piccole vescicole.

Esistono moltissimi rimedi per curare una scottatura solare, sia naturali che cosmetici.
Il primo rimedio è sicuramente l’applicazione di un impacco di ghiaccio o acqua fresca, che danno sollievo e riducono l’infiammazione.Alcuni rimedi della nonna sono l’applicazione di una patata cruda, di un cetriolo o di un pomodoro crudo sull’infiammazione.

Un rimedio molto efficace sta nell’utilizzo di creme corpo a base di bava di lumaca, come la crema MyAnisha, che grazie alle sue proprietà lenitive è un valido aiuto contro le scottature solari e gli eritemi.
La bava di lumaca possiede molti sali minerali e proteine che hanno un’azione lenitiva sulla pelle scottata, e sono un’ottima soluzione per ogni tipo di rossore.
Inoltre, grazie ai suoi mucopolisaccaridi, la crema alla bava di lumaca ha un’azione rigenerante e nutritiva sulla pelle. La crema, infatti, funziona in sinergia con altri estratti naturali come l’aloe vera (dalle proprietà disintossicanti e cicatrizzanti), l’acido ialuronico (famoso idratante e anti-age) e il coenzima Q10 (che previene l’invecchiamento della pelle e contrasta i radicali liberi).

L’utilizzo di una buona crema anti scottature, come quella alla bava di lumaca, può dare un immediato sollievo alla pelle e aiutare la guarigione della zona arrossata.

Please follow and like us: